Libert , Galit , Fraternit PDF

Questa voce o sezione sull’argomento società non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. 1700 e associato in libert , Galit , Fraternit PDF all’epoca della Rivoluzione francese, divenuto poi il motto nazionale della Repubblica Francese.


La prima parola del motto repubblicano, Liberté fu all’inizio concepita secondo l’idea liberale. La libertà consiste nel potere di fare ciò che non nuoce ai diritti altrui. Vivere liberi o morire fu un grande motto repubblicano. Stato in proporzione a quanto possiede.

Il principio teoricamente era già presente nel concetto di Stato di diritto, ma con la Rivoluzione Francese venne praticamente messo in atto. I primi contenuti di Liberté, Égalité, Fraternité sono presenti nel saggio pubblicato nel 1774 da Jean-Paul Marat, The chains of slavery, dove si anticipavano i temi dell’azione politica: una violenta presa di posizione contro il dispotismo a favore della sovranità popolare e dell’uguaglianza. Nell’ambito di una repubblica a cui sovente si pospone l’aggettivo « operaia », il motto acquista significati più ampi: l’adozione del suffragio universale estende a tutti la Liberté di scelta politica. Tuttavia, ancora una volta, la Repubblica si divide: la repressione popolare del giugno 1848 e il ritorno dell’Empire rimettono in vigore la filosofia e la portata sociale del triplice motto.

1880, la celebre massima incisa sui frontoni di tutti gli edifici pubblici. Liberté, Égalité, Fraternité rappresentano un valore così grande da travalicare i confini della Francia, sono simboli che hanno portata e rilevanza universali. Questo motto, nato dalla fucina d’idee della rivoluzione francese, è un caposaldo irrinunciabile della moderna cultura dell’Occidente. Présidence de la République – Élysée. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 2 nov 2018 alle 11:14. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli.

La devise de la République française. Elle figure dans l’article 2 de la Constitution française de 1958. Les hommes naissent et demeurent libres et égaux en droits. Les distinctions sociales ne peuvent être fondées que sur l’utilité commune. Tous les êtres humains naissent libres et égaux en dignité et en droits. Mais ils figuraient au milieu de beaucoup d’autres, Amitié, Charité, Sincérité, Union.